Sulle orme di Scannelli

Palazzo Rospigliosi – Zagarolo

Percorso didattico interattivo e tattile che unisce ricerca storico artistica e nuove tecnologie per la fruizione consapevole del patrimonio culturale nazionale

Palazzo Rospigliosi –Zagarolo

18 Novembre 2016 – 18 dicembre 2016

Il percorso espositivo “Sulle orme di Scannelli”, ideato dal team multidisciplinare del Dipartimento di Studi letterari, Filosofici e di Storia dell’Arte dell’Università di Roma Tor Vergata, composto da Carmelo Occhipinti, professore di Museologia e Storia del Collezionismo, dalla dott.ssa Federica Bertini, Storica dell’Arte, e dal dottor Alessandro Marianantoni, responsabile dell’ azienda californiana Mediars (www.mediars.la), è risultato vincitore del Concorso Nazionale indetto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR): “Progetti didattici nei musei, nei siti di interesse archeologico, storico e culturale o nelle istituzioni culturali e scientifiche -Tipologia d – Percorsi didatticamente interattivi”.

“La mostra e’ un esperimento per creare modi diversi di fruire l’arte visiva, in particolar modo per i non vedenti e giovani -dice Federica Bertini coordinatrice del team di Tor Vergata- In una società dove il visivo predomina, attraverso il nostro lavoro vogliamo rivalutare l’esperienza tattile”.

Il progetto costituisce una sfida che unisce professionalità e sapere differenti, dove la costante attività di ricerca e la sperimentazione trova finalmente applicazione nella realizzazione di un prodotto didattico comune, in grado di coinvolgere docenti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado, favorendo una fruizione consapevole e stimolando il senso di appartenenza al patrimonio culturale della Nazione.

“Il percorso espositivo prende le mosse dal testo di Francesco Scannelli il “Microcosmo della pittura” – dice Occhipinti, direttore scientifico del progetto – il testo scritto nel 1657 ripercorre la storia della pittura italiana dal XV secolo fino al XVII secolo. Opportunamente digitalizzato a cura della dott.ssa Eliana Monaca e reso fruibile all’interno della biblioteca elettronica del dipartimento, Horti Hesperidum” (www.horti-hesperidum.com).

Il testo di Scannelli ha permesso di individuare, tra l’altro, i quattro capolavori pittorici che, fulcro del percorso espositivo, verranno prodotti a cura di Handsight (www.handsight.net), una collaborazione fra Alessandro Marianantoni e Martin M. Monti, professore di neuroscienze all’Università della California. “La creazione dei quadri tattili avviene mettendo insieme alcune tecnologie innovative di altissima risoluzione e il lavoro manuale di artisti che interpretano sapientemente le indicazioni degli storici.” dice Marianantoni direttore artistico dell’allestimento.

I “bassorilievi prospettici” attualmente in fase di produzione sono: la Maddalena Penitente e la Madonna dei Pellegrini del Caravaggio; il Compianto sul Cristo morto del Correggio e il Profeta Isaia affrescato da Raffaello.

Questi quattro quadri tattili verranno esposti dal 19 novembre, presso il Palazzo Rospigliosi di Zagarolo, alle porte di Roma, recentemente restaurato, che ospitò nel 1606 il pittore Caravaggio in fuga da Roma, simbolo della memoria storica e di una continuità culturale territoriale, regionale e nazionale.

Il progetto è frutto di un lavoro multidisciplinare che vede il coinvolgimento del gruppo di dottorandi e studenti del Dipartimento di Studi Letterari, Filosofici e di Storia dell’Arte dell’Università di Roma Tor Vergata, in particolare Alessandra Magostini, Emanuela Marino, Eliana Monaca, Lara Sambucci, Maria Giulia Cervelli, coordinate dalla storica dell’arte Federica Bertini e sotto la direzione scientifica del professore Carmelo Occhipinti, che si è distinto negli ultimi anni per l’attenzione rivolta all’impiego delle nuove tecnologie per la promozione del bene artistico. Note sono, tra l’altro, le attività editoriali collegate alla Rivista Multimediale Horti Hesperidum, che da anni ormai si avvale dell’aiuto degli studenti, dei ricercatori e dei docenti, per la digitalizzazione di fonti inedite, la pubblicazione libera e gratuita on line di queste ultime e la redazione di contenuti scientifici.

Oltre alla progettazione, ad occuparsi dell’aspetto espositivo, tecnologico e della realizzazione dei quadri tattili, è la società Mediars LLC, con sede a Los Angeles, che vanta esperienza nelle produzioni multimediali in Italia e all’estero, come l’applicazione di dispositivi mobili utili a promuovere l’arte italiana a Los Angeles, ideate per l’Istituto di Cultura Italiano, per il Getty Museum, il LACMA, il Norton Simon Museum, l’Hammer Museum e per l’Università della California. Nel 2012 il lavoro di Mediars è stato pubblicato sulla prima pagina del Sole 24Ore per un progetto di edu-entertainment, in collaborazione con Google, per la promozione del Colosseo. La divisione americana di MEDIARS si è inoltre occupata della produzione di numerose istallazioni artistiche internazionali e di intrattenimento per parchi a tema sia negli USA (Disneyland) che in Giappone (Universal Studios).

Coordinamento generale

Prof. Carmelo Occhipinti dell’Università di Roma Tor Vergata – Dipartimento di Studi letterari, Filosofici e di Storia dell’Arte

Dott.ssa Federica Bertini, Storica dell’arte e progettista

Design e produzione

Alessandro Marianantoni, direttore artistico
MEDIARS LLC, Los Angeles California

Ente Culturale

Palazzo Rospigliosi – Zagarolo (Rm).

 

Ingresso Gratuito – necessaria prenotazione per gruppi e scuola

 

Informazioni:

federica@mediars.la

 

Not commented yet.

LEAVE A COMMENT


7 × seven =